giovedì 21 febbraio 2008

The dark side of Tokyo

Oggi vi propongo un interessantissimo documentario di Megalopolis su Tokyo, andato in onda ieri sera su Raitre alle 23.45.
Il programma tratta una serie di 6 documentari dedicati alle megalopoli del mondo, attraverso un viaggio che da Occidente a Oriente ha già visto protagoniste Los Angeles, San Paolo, Il Cairo, Shenzhen e Karachi.
Attraverso l'esplorazione delle complesse strutture delle città che non dormono mai, emerge la loro fragilità quotidiana legata a problemi di vivibilità, abitabilità, criminalità.
Le relazioni sociali si riducono, e gli esseri umani sono sempre più soli e lontani.

Il documentario analizza quegli aspetti che noi sognanti viaggiatori di passaggio non vediamo o spesso dimentichiamo. Lo scorrere delle immagini è accompagnato da una voce off che fa da filo conduttore con la science fiction (vedrete nei titoli di coda i riferimenti bibliografici ad Asimov, Ballard, Dick), ovvero la letteratura di fantascienza che in anticipo sui tempi aveva già prefigurato le città come luogo dello scontro e delle tensioni sociali.
Ed eccoci a Tokyo: non aspettatevi karaoke, purikura, geisha o negozi di elettronica.
Protagonisti di questo documentario sono gli homeless, le gals, i love hotel, e diverse generazioni di giovani che di fronte al grande disagio interiore trovano conforto solo nel suicidio.
Il filmato dura circa un'ora, quindi mettetevi comodi...e buona visione!


Megalopolis - Tokyo from Iolanda Di Simone on Vimeo..

P.S. Se riscontrate malfunzionamenti o grossi ritardi nel buffer fatemelo sapere, vedrò di fare l'upload di un video più leggero anche se qualitativamente inferiore XD

9 commenti:

Maru ha detto...

Ciao,
Io me lo sono registrato, questa sera me lo guardo per benino, poi ti saprò dire. :)

mataneee...

Step ha detto...

Ho visto qsto documentario.........è stato interssante,ma a volte ho avvertito picchi di ansia dentro di me,alternati allo sconforto........avevo già preparato anche io la formella di carbone al mio fianco AHAHAHAHAHAHAHAHHAHHAHHAH Scherzo ovviamente..........
Una voce narrante migliore potevano sceglierla però,quella faceva venire davvero angoscia O_O

Kyoko ha detto...

A me è piaciuta anche la voce narrante, nel senso che nel contesto drammatico ci stava bene XDD

Maru ha detto...

Allora, ho visto Megalopolis.
Un solo commento: UN PROGRAMMA ILLOGICO

Invece di analizzare a fondo gli aspetti positivi di questa città il programma in questione è andato a parlare sommariamente e solamente delle cose negative, di temi come la prostituzione ed il difficile inserimento dei giovani nella società, che a mio parere sono temi che riguardano la maggior parte delle metropoli.
Il caso della grande povertà che c’è in Giappone dovuta alla caduta dell’economia è un argomento importantissimo, quanto quello relativo ai suicidi, ma proprio non vedo nessun nesso logico nell'analizzare la vita di ragazze che si lanciano nel mondo della prostituzione, di "gruppi sociali pericolosi" e di casi tanto particolari quanto bizzarri con l'intera vita della metropoli.

Come ultima cosa dico che il Giappone non è Tokyo!!
Tokyo è solo una realtà a se stante, dove l'eccesso è all'ordine del giorno. Basta girare il Giappone per rendersi conto di quanto questo paese sia meraviglioso e con problematiche ben inferiori alle nostre, (visto che in Italia l'inflazione, il costo della benzina e della vita quotidiana continuano a salire, la difficoltà di trovare un posto di lavoro sicuro ed una casa è talmente alta che molti giovani vanno all’estero, e cosa più importante il cittadino non è affatto considerato! ecc... ecc…).
Visto che in Giappone non ci sono ancora stato, scrivo queste parole anche per conto di una persona giapponese (ora al mio fianco), molto seccata da quello che ha visto, soprattutto per la maniera in cui è stato proposto, cioè di una tragicità esagerata e forzata.
Personalmente ho avuto modo di leggere molti libri che denigrano nello stesso modo l’intero Giappone, facendo analisi grossolane su pochi “modelli”, generalizzando tutto quanto. Purtroppo la gente vedendo e leggendo queste cose si fa delle idee totalmente sbagliate che portano a grevi pregiudizi.

Ok, il Giappone ha anche i suoi lati negativi, ci mancherebbe, ma non mi sembra il caso di "sbattere in faccia" alla gente delle piccole realtà negative metropolitane ponendole come il volto di un'intera nazione.

Io e la mia amica ci siamo sfogati, mi scuso per l’eccessiva foga, ma ci voleva!
Grazie a Kyoko per l’esistenza di questo blog! xD
またね~

Kyoko ha detto...

Muahaha bene almeno vi siete sfogati XDD
E' vero che il servizio punta ai soli aspetti negativi, ma sinceramente non ho visto le altre puntate della trasmissione e non so se questa la linea guida è stata seguita anche per gli altri documentari o se hanno deciso di denigrare solo il Giappone e nello specifico Tokyo. Spero vivamente nella prima ipotesi. XD
Io devo dire la verità, non ho dato tantissimo peso alla cattiva immagine che ne viene fuori, perché adoro la cultura giapponese, e da appassionata sono perfettamente consapevole del fatto che il Giappone non è Tokyo, e che questo Paese è meraviglioso sotto tanti punti di vista che in Italia possiamo solo sognare.
Tuttavia dalla tua riflessione mi rendo conto di aver dato molte cose per scontato: ho dimenticato che un'altissima percentuale (95%? XD)di italiani ha molti pregiudizi (eufemismo) nei confronti dei Paesi orientali e sicuramente servizi del genere non aiutano a fargli cambiare idea! >_<
Diciamo che ho preso questo documentario un po' alla "leggera" e in modo abbastanza distaccato, vedendolo semplicemente come una qualunque fonte di nuove informazioni XD
L'indignazione della tua amica giapponese è sacrosanta: anch'io mi offenderei se nel mondo ci etichettassero solo come "mafia" e "spazzatura" (ops, forse è già così XD)
Quindi ti ringrazio tanto per aver contribuito con il tuo commento a questa discussione, non sei stato troppo critico, anzi direi giusto!!
Io sono stata in Giappone ad agosto: ho avuto la sensazione di essere a casa dall'altra parte del mondo, una sensazione indescrivibile! Nostalgia nostalgia! >_<
Beh non ho tempo di rileggere quello che ho scritto, spero di non aver buttato giù castronerie XD
Mataneeee xD

francy ha detto...

Ho visto il programma e sinceramente mi è piaciuto molto.
Sinceramente credo che l' intento del documentario fosse quello di dimostrare che Tokyo non è il Giappone e, soprattutto, che non è il "paese dei balocchi" fatto di luci colori anime e manga, che molti credono. Lo scopo credo fosse proprio quello di mostrare che Tokyo è anche suicidi di massa, solitudine, disperazione, bisogno di appartenza, homeless, prostituzione...
Tutte le grandi città, in fondo, hanno un lato oscuro!

A presto!!!

Kyoko ha detto...

Per noi turisti sarà sempre un "paese dei balocchi"...è difficile cogliere degli aspetti così intimi vivendoci solo 15 giorni...io stessa ho ancora lo sguardo sognante quando penso a Tokyo *_*
Grazie per il tuo commento Fra ^_^

Ulema ha detto...

This is great info to know.

Kyoko ha detto...

Thanks ;-)